Arte di vivere

Ottawa: Fall Getaways

Le mie zie che vivono nella zona di Ottawa hanno sempre elogiato il Canale Rideau, che può essere sciato in inverno. Ma non mi avevano mai parlato delle due piste ciclabili che corrono al suo fianco. Quindi, in questo soleggiato pomeriggio, ho deciso: trovo una bicicletta e partecipo a una spedizione.

Ho provato per la prima volta, a lungo e senza successo, a iscrivermi a VeloGO, il servizio di biciclette condiviso. Dopo aver interrotto l'impulso di calpestare il mio telefono e gettarlo nel canale, ho deciso di noleggiare una bicicletta a Rent-a-Bike, proprio accanto al National War Memorial. Per $ 20, ho diritto a due ore di libertà!

Mi diressi immediatamente verso Dow's Lake e il Dominion Arboretum. Per sette o otto chilometri, ho alla mia sinistra il canale, con le sue anatre che si scaldano al sole, il suo pesce che salta ei suoi kayak che scivolano dolcemente sull'onda. E alla mia destra, le opulente case di mattoni rossi della Queen Elizabeth Drive, nel raffinato quartiere di Glebe. Di fronte a tanta opulenza, è quasi con dispiacere che lascio la pista per entrare nell'arboreto.

Foto: Pgiam / iStock

Il posto più antico del suo genere in Canada - è stato fondato alla fine del 19esecolo -, il sito ci immerge in un'atmosfera così silenziosa che non si può credere che la vita urbana ronza intorno. In una tonalità di verde - morbida erba verde, alghe fluorescenti verdi che galleggiano sulle paludi, verde argentato di salici bianchi - rotolo a caso, a volte fermandomi a vedere i nomi degli alberi incisi su lastre di metallo.

Circa 10.000 specie di piante crescono lì all'aperto o in una delle serre che si trovano su questo vasto spazio, mezzo parco mezzo bosco, di quasi 100 acri.

Dopo un'ora di guarigione "arboricola", prendo la via del ritorno. Sulla strada, guardando il Canale del Rideau, penso che dovrei tornare un giorno ... con i miei pattini.

Foto: Nordik Spa-Nature

Il primo colpo di frusta mi ha afferrato. Ero lì per quello, interamente soggetto alla volontà di Gabrielle e al suo esperto trattamento di rami di betulla, rimane che essere frustato non è un piacere naturale a casa. Ma dopo pochi minuti, prima sdraiato sul mio stomaco, poi seduto con le braccia incrociate, ho finito per godermi questo trattamento di origine russa. Per la mia prima incursione nel mondo delle terme, fui servito.

Il trattamento Banyä è uno dei tanti trattamenti offerti da Nordik Spa-Nature. Inizia con un'infusione di oli essenziali di betulla seguita da un'esfoliazione salina, una vigorosa sessione di frustate, poi un rituale di Aufguss (infusione, in tedesco) al suono di un vecchio tubo da discoteca Boney M, gruppo cult degli anni 80. Tutto in una sauna dove regna un caldo sempre più umido, anche caldo, al limite del sopportabile. Nel bacino di acqua fredda dove in seguito ho iniziato, ho avuto una resurrezione. Né più né meno.

Nordik Spa-Nature, situata a poche miglia dal centro di Ottawa, è "la più grande struttura del suo genere in Nord America", afferma Léticia McConnell, che mi saluta. Per vedere i suoi 4 ristoranti, le sue 10 piscine, le sue innumerevoli saune, tendo a crederci sulla sua parola. Non meno di 250.000 persone vengono ogni anno per ottenere un momento di relax, un massaggio, una cura ... o una sessione di fustigazione con rami di betulla.

Foto: Nordik Spa-Nature

Durante le poche ore trascorse lì, ho potuto scoprire l'esperienza termale - sauna a vapore seguita da un tuffo in acqua fredda e 15 minuti di relax. Poi ho offerto il trattamento Källa: in una piscina piena di acqua salata, riscaldata alla temperatura esatta del corpo umano, galleggiamo in assenza di peso, senza alcuno sforzo, immersi in una musica new age che contribuisce all'effetto in bilico.

Se non avessi dovuto uscire da questa piscina paradisiaca per essere frustato da Gabrielle, penso che sarei di nuovo lì ...

Foto: Instagram @Domaine Perreault Winery

È difficile credere che da qualche parte nel mezzo di questi enormi campi di grano, a una quindicina di chilometri da Parliament Hill, c'è un vigneto. Eppure. A cavallo di una strada sterrata, appare il Domaine Perrault, nascosto dietro un caseificio dove un centinaio di mucche pascolano l'erba di un prato verde.

In vigna l'atmosfera è meno bucolica. In una stanza angusta, quattro giovani ventenni imbottigliano la produzione di vino del 2018. A una velocità sorprendente, nel fragore del vetro che si scontra, le bottiglie vengono riempite, passate sotto il tappo, sormontate da un collare di alluminio e posto senza mezzi termini in scatole di cartone.

Denis Perrault da quasi 20 anni coltiva la vite e produce vini della tenuta che porta il suo nome. "Sono entrato in viticoltura un po 'per caso", ha detto, reggendo un bicchiere di rosé, "facevo parte di un'associazione che mirava a convincere i contadini dell'Ontario orientale a diversificare la loro produzione. per predicare con l'esempio, così ho piantato le viti ".

Oggi il vigneto ha 6.000 viti sparse su sei acri. La maggior parte sono varietà ibride create per resistere al freddo, tra cui Frontenac, Marquette, Ste-Croix e Louise Swanson. Domaine Perrault fornisce abbastanza frutta per produrre circa 20.000 bottiglie di vino bianco, rosso, rosato e fortificato ogni anno.

Vuoi assaggiarlo? È necessario andare sul posto, dove Denis Perrault propone varie formule di degustazione - sotto il tendone, se necessario -, accompagnato da bocconi o no. "Delle quattro aziende vinicole di Ottawa, siamo il migliore, l'ospitalità", dice il produttore di vino senza esitazione. Iniziando per un piccolo tour del vino nell'Ontario orientale?

Foto: National Capital Commission

Ci vuole un'ora buona per percorrere la palude Mer Bleue, ma solo pochi secondi per essere spinti nel paesaggio artico, in quello che assomiglia a una tundra tipica del Far North.

Situato nel cuore di Ottawa Greenbelt, la torbiera può essere visitata da numerosi sentieri, tra cui una passerella nel centro di questo straordinario ecosistema. A volte ci sono paludi la cui calma superficie è disturbata solo dai delicati zigzag delle cimici d'acqua, a volte zone aride dove il larice e la betulla adulta, appena più alte delle tife, crescono il meglio che possono. un tappeto spesso vegetale e acido.

Foto: Daniel Chrétien

Sebbene siano numerosi nel paese (il 12% del territorio canadese è coperto), le torbiere sono più rare nella zona di Ottawa. Cos'è, esattamente? È una zona umida ereditata dal passaggio dei ghiacciai. La vegetazione si decompone molto lentamente. Quando muoiono, le piante si accumulano fino a formare un tappeto - fino a cinque metri di profondità - metà decomposto. È torba.

Molti di questi ecosistemi sono sfruttati in Canada. Il muschio di sfagno che acquistiamo in sacchi per fertilizzare i nostri giardini viene raccolto direttamente nelle torbiere.

Per garantire la sopravvivenza di questo fragile ambiente, la National Capital Commission ha trasformato Mer Bleue in un'area protetta. Un'opportunità unica per scoprire un luogo fuori dal comune, e sentirsi, per alcune ore, in un paesaggio più comune alle persone nell'estremo nord di quelle nel sud del paese.

Foto: Canadian Museum of Nature

Cosa hanno in comune la botanica Marcelle Gauvreau, il governatore generale Julie Payette, il rettore dell'Università Sophie D'Amours e lo specialista antidoping Christiane Ayotte? Sono tutti scienziati. E sono tutti presenti nella mostra Coraggio e passione: donne in scienze naturali in Canada, presentato al Canadian Museum of Nature.

Ospitato nella rotonda, proprio dietro l'ingresso spettacolare del museo, questa mostra è una tripletta offerta dall'istituzione a 100eanniversario dell'adozione della legge federale che garantisce il diritto di voto alle donne. Inaugurata la scorsa estate, è nel punto esatto in cui il Parlamento canadese si è seduto al momento di questo storico voto. Per la cronaca, l'edificio del parlamento fu bruciato nel 1916 e per i successivi quattro anni i membri del Parlamento sedettero in questa sala del museo.

Nicole Dupuis, designer della mostra sulle donne, insiste sulla natura educativa della cosa. "Abbiamo bisogno di una mostra del genere perché la parità di genere nella scienza è lungi dall'essere raggiunta", afferma, "vogliamo mostrare alle ragazze che tipo di carriere possono aspirare".

In effetti, la prima parte della mostra è rivolta più alle giovani ragazze e mira a rompere i tabù. In un'atmosfera divertente, i visitatori sono invitati a scoprire se sono fatti, sì o no (o forse), per abbracciare una carriera scientifica.

Foto: Canadian Museum of Nature

L'altra parte si concentra sulla storia dei pionieri e dei leader nel campo della scienza. Introduce 18 donne che hanno arricchito la storia scientifica canadese, da Catherine Jérémie (1664-1744), la prima botanica canadese, a Joëlle Pineau, capo del laboratorio di ricerca sull'intelligenza artificiale di Facebook in Canada.

Una volta informati sul contributo delle donne alla scienza, si può vagare liberamente nelle molte altre sale del museo, dove ci aspettano scheletri di dinosauri, insetti viventi, mammiferi e uccelli naturalizzati, la zona artica - con banchi di ghiaccio reali - e, dal 6 ottobre al 22 aprile, centinaia di farfalle che volano liberamente. Un'esperienza quasi mistica, dicono.

Foto: Rob Stimpson Photography

Appassionato di Halloween? Zucche intagliate morse? L'evento di Pumpkinferno è sicuramente in programma.

Per un mese - dal 28 settembre al 28 ottobre - il Pumpkin Festival presso l'Upper Canada Village, un parco storico che rappresenta un villaggio di 19esecolo nel Canada superiore.

Quasi 7.000 di queste grandi cucurbitacee arancioni saranno esposte. Finemente scolpiti da una squadra di artisti, promettono di metterlo d'occhio dopo il tramonto!

Gli organizzatori della manifestazione sono stati anche sicuri di offrire un tocco di novità alle 35.000 persone che vi si recano ogni anno: una varietà di sculture giganti, fatte di zucche di polistirolo. È impossibile vedere il sotterfugio, dice Susan LeClair, direttrice del marketing alla Commissione Parchi di St. Lawrence. "A meno che non lo tocchi", dice lei.

Possiamo vedere dinosauri, un treno di 10 metri di lunghezza, biciclette vintage e animali marini ... tutti fatti con queste zucche.

E una volta sulla scena, cogliamo l'occasione per fare un'incursione negli anni 1860 visitando l'intero villaggio. Ci sono circa 40 edifici storici, molti dei quali sono stati trasferiti durante la costruzione della St. Lawrence Seaway.

Vedi anche: Ottawa: 5 entusiasmanti motivi (e molti altri!) Per fare un giro

Video: Things to do in Ottawa - Canadian Travel Vlog. The Planet D (Novembre 2019).

Загрузка...