Salute

Rivoluzione sotto il piumone

Sono celebrità. In ogni caso, basta caldo essere corteggiato da Oprah Winfrey e citato nel New York Times. Jim Pfaus della Concordia University di Montreal e Meredith Chivers della Queen's University di Kingston, in Ontario, sono riconosciuti in tutto il mondo per il loro lavoro sul desiderio sessuale.

Tanto che l'industria farmaceutica sta tirando fuori la loro esperienza. In particolare, quello di Jim Pfaus, un sessuologo e neuroscienziato comportamentale con un rinvio di un cantante punk - che cosa fosse, a proposito.

È l'abbagliamento del suo primo orgasmo, all'età di 11 anni, che gli ha fatto desiderare di capire il sesso da un punto di vista neurochimico e molecolare, confessa questo verbo-motoria in Converse, jean magro e gilet con cappuccio ornato di teschi. Torneremo dallo scienziato con gli occhiali.

In collaborazione con il suo esercito di topi, esamina attentamente le buffonate nei locali igienizzati del campus Loyola a Montreal, ha partecipato per anni alla ricerca sullo sviluppo del cocktail chimico che aiuterà le donne con libido nei canali sotterranei . "Un problema che spezza la vita", dice, e questo avrebbe un impatto più grave su una donna su tre nel Nord America.

Dopo diversi tentativi, incluso uno spray nasale al testosterone con effetti non molto olé ole (a volte vomito!), Jim pensa che sia un po 'un pelo tenere il Viagra per le donne: Lybrido e Lybridos. A differenza della loro controparte maschile, i due farmaci, che devono essere ingeriti da tre a sei ore prima di fare l'amore, agiscono sul cervello piuttosto che sull'impianto idraulico. Progettato da una società olandese, Emotional Brain, per la quale Jim ha condotto test di laboratorio, si differenziano completamente da Osphena, una nuova pillola in vendita negli Stati Uniti, nota anche come la stampa "Viagra for Women". Jim insiste erroneamente: "L'Osfena previene il dolore vaginale durante la penetrazione, ma non ha alcun effetto sul desiderio sessuale".

Stimolando sia la mente che i genitali, grazie tra l'altro alla sua sapiente dose di testosterone, Lybrido è destinato alle ragazze che hanno difficoltà a percepire i propri segnali di eccitazione fisica, ad esempio a causa dell'uso di antidepressivi (alcuni avrebbe lo sfortunato effetto di mettere la libido a mezz'asta). Suo cugino, Lybridos, si rivolge a donne più sessualmente inibite.

Se tutto è dalla parte della Food and Drug Administration - Health Canada negli Stati Uniti - i medici saranno in grado di prescrivere questi due prodotti entro due anni. "Dal momento in cui la scienza si è preoccupata del pene morbido del signore, non è troppo presto," sospira Jim, che non toccherà un penny di una possibile commercializzazione. (Per preservare la sua indipendenza scientifica, si astiene anche dall'acquistare azioni di società per le quali fa ricerche).

Jim Pfaus (Foto: Concordia University)

In realtà, ciò che lo entusiasma davvero, molto più della pillola del desiderio, è il nostro tempo: per lui, si nuota nel mezzo di una rivoluzione sessuale. Forse tanto perturbazione quanto quella generata dai contraccettivi orali negli anni 60. Mai prima d'ora così tante donne sono state esposte a studi clinici in medicina sessuale. Non li ha mai sentiti parlare della loro vita erotica con tanta libertà.

Soprattutto nelle sue lezioni alla Concordia University, dove le ragazze sono ora in maggioranza. "Grazie al Web, ora hanno anche accesso al porno, che consente loro di scoprire cose che li accendono." E i comportamenti cambiano. "A loro volta, moltiplicano le avventure e abbandonano il letto prima che l'altro si svegli!" Vorrebbe vivere "100 anni in più" per vedere quale colpo ci vorrà per gli stereotipi.

Una cosa è certa: l'aumento del potere delle ragazze rispetto alla loro sessualità rende più facile per scienziati come Meredith Chivers, uno psicologo la cui missione è studiare il loro appetito sessuale. Nel suo laboratorio all'elegante Queen's University, alle donne non viene chiesto di partecipare ai test, desiderosi di comprendere meglio i loro impulsi.

Va bene, perché siamo in modalità catch-up. Appena 15 anni fa, la letteratura scientifica sulla sessualità femminile era rara come la pelle d'oca, che ricorda il gesto alto e gentile della ballerina. "Forse perché, fino a quel momento, la sessuologia era stata un mondo di uomini, alla fine degli anni '90 ero l'unica ragazza del mio dipartimento."

Meredith Chivers (Foto: Greg Black)

Da allora, la sua affascinante ricerca invalida molte idee sbagliate su donne e sesso. L'impatto è tale che un collaboratore di Rivista del New York Times, Daniel Bergner, ha fatto lavorare a Meredith Chivers la pietra angolare del suo recente libro, Cosa vogliono le donne? (HarperCollins, 2013).

La ricerca più chiacchierata che ha sorpreso di più lo psicologo è che ai volontari - uomini e donne, etero e gay - è stato chiesto di valutare il loro livello di eccitazione durante la visione di film erotici.

C'era qualcosa per tutti: un uomo che cavalcava una donna nel bosco, una flambetta adonis su una spiaggia, una ragazza che solleticava la sua lingua un altro clitoride, scene di masturbazione, sodomia, giochi sessuali con gadget erotici ... e persino i bonobo che escono in aria.

I partecipanti dovevano scrivere allo stesso tempo ciò che sentivano. Queste testimonianze sono state accompagnate da una misura più oggettiva: il volume cambia a causa del flusso sanguigno (pensa all'erezione ...) catturato da un pletismografo. Nei partecipanti, ha assunto la forma di un tampone inserito nella vagina, che trasmette al software i segnali di gonfiore delle pareti quando il cervello è sottoposto a stimoli sessuali.

Secondo il pletismografo, chi ha reagito più vividamente a tutte le scene lussuriose? Donne etero! Sarebbero "onnivori" del sesso, come li chiama Daniel Bergner nel suo libro?

"La loro reazione è intrigante", dice il ricercatore, "più cauto degli uomini e più degli omosessuali, sembra che non gli importi se si tratta di un uomo o una donna negli scenari." Un risultato confermato da studi negli studi, osserva.

Un'altra cosa la rende perplessa: la disparità tra ciò che le donne dicono è eccitante e le misurazioni del pletismografo. Nelle loro storie dicevano che rimanevano di marmo alla vista dei bonobo, gli amanti che baciavano la bocca che si desiderava, gli uomini che si abbracciavano, le donne che si masturbavano. La loro vagina, tuttavia, ha inviato il messaggio opposto. Le relazioni degli uomini erano molto migliori con le reazioni del loro pene.

I partecipanti hanno mentito sulla loro avidità sessuale per paura di essere giudicati? Meredith Chivers non ci crede, anche se riconosce in alcuni la necessità di conformarsi a un'immagine (quella della santa madre custode della morale). Piuttosto, pensa a una specie di incomunicabilità tra il cervello e la vagina, come se i segnali di eccitazione di quest'ultimo non andassero sempre alla stazione di controllo (mentre un uomo può a stento ignorare la pressione esercitata dal suo erezione nei pantaloni!).

Infine, lo psicologo specifica che una reazione del corpo a uno stimolo non fa rima sistematicamente con desiderio, attrazione. Può essere un semplice riflesso, come la saliva con l'odore della pancetta. O anche una difesa, ad esempio durante uno stupro. In alcune donne, la vagina viene lubrificata durante un attacco sessuale, come gli viene affidato dalle vittime in terapia. "Non gli piaceva neanche - erano terrorizzati, e la lubrificazione avrebbe potuto proteggerli dalle ferite inflitte dalla penetrazione forzata".

Da "forse" e dai verbi condizionali, ce ne sono molti nelle risposte di Meredith Chivers. Ma mi ha avvertito: "È molto frustrante intervistarmi, la scienza del desiderio femminile è appena nata, siamo per lo più nella fase di domanda". La buona notizia è che il Canada è uno dei paesi in cui la ricerca sulla sessuologia è la più fiorente e meglio supportata dallo stato. "Siamo molto più liberi che negli Stati Uniti", dice Jim Pfaus, un nativo americano che si è innamorato di Quebec per la sua proverbiale "gioia di vivere" (e le ragazze, ammette). "Per scienziati come me e Meredith, è un momento molto eccitante."

Leggi l'intervista completa a Meredith Chivers.

Video: Flex & Clean (Agosto 2019).