Arte di vivere

Mélanie Maynard: testa a testa con una donna spontanea

Una passione o interesse che non conosco

I puzzle! Ho fatto così tanto con mia madre durante le mie visite alla sua residenza che sono diventati per me un'oasi di pace che ho ricreato a casa. Mi dedico al mio hobby ascoltando vecchie canzoni francesi. Un giro nei negozi di antiquariato mi ha permesso di trovare il tavolo da puzzle perfetto. Visto che sono costantemente accesi, a volte mi accorgo che qualcuno ha completato un po 'in mia assenza ... Lo adoro!

Una vita di successo è ...

quando potevi fare pace con ognuno dei tuoi ricordi. Tutto non può sempre andare bene, ma se sei stato in grado di capire cosa è successo e se ti senti sereno, hai raggiunto il tuo obiettivo.

Il mio pasto preferito

Il pranzo! Adoro anche la fonduta di formaggio ...

Il piatto che riesco al meglio

Rotoli di cous cous Questa è una ricetta che ho preparato una volta quando i bambini erano giovani e ora sono costretto a cucinarlo ancora e ancora. Anche mio genero mi chiede! È una specie di insalata di cous cous con avocado, pollo e una salsa dolce, tutto arrotolato in pane pita. Un classico Maynard! Altrimenti, quello che so fare meglio sono i pancake o qualsiasi piatto per la colazione. Continuo a imburrare i toast del mio ragazzo, inoltre, nonostante i suoi 14 anni. Non posso smettere di essere la madre di quel bambino.

Tre parole che mi definiscono

Dubbio, autenticità e ricerca. Cerco sempre di trovare nuove idee, di vedere se c'è una soluzione migliore, se è meglio accanto ad essa ... ma senza mai voltarmi indietro. Andando avanti!

La musica che sto ascoltando in questo momento

Sento molto quando sono al lavoro, quindi a casa preferisco una semplice musica di sottofondo. l'applicazione 8tracks propormi liste. È perfetto, non mi piace dover scegliere.

Un angolo del mondo in cui vorrei vivere domani mattina

Ah! Questa è la mia fantasia segreta! Il mio ragazzo sta facendo un secondo diploma al momento, in studi internazionali. Lavoro in quel periodo e quando sarà chiamato a lavorare all'estero, partiremo. Questo è il nostro progetto. Provenza, Toscana, Andalusia sono luoghi in cui vorrei andare a vivere.

Dicono che io sono ...

senza filtro. A volte, si esprime con un sorriso, altre volte, con un broncio di rancore ... Come se la persona pensasse: "Noi, ci tratteniamo. Perché lei si dà il diritto di dire cosa pensa lei? "

Una cosa che vorrei imparare

Spagnolo. Il mio ragazzo è spagnolo e ha fatto grandi sforzi per imparare il francese mentre non ho fatto nulla in cambio. Mi sento male e non posso parlare con la sua famiglia, mi uccide.

Un odore che amo

Quello dei pasticcini, le torte che cucinano.

Il profumo che indosso

Sì, di Armani. Puzza un po 'di zucchero ...

Una qualità che vorrei sviluppare

Tatto. Mi piacerebbe essere meno quadrato, coltivare la mia dolcezza. Ci ho lavorato tutta la vita.

Ciò che mi rende più forte

La natura ha un effetto molto calmante su di me. Andare a fare una passeggiata nei boschi mi rende il più grande bene.

Una giornata soddisfacente è ...

quello che non sembrava ieri. Odio la routine. Mi piace sentire che ogni giorno c'è una piccola reinvenzione.

Un film che mi ha segnato

Il favoloso destino di Amélie Poulain [Jean-Pierre Jeunet, 2001]. Ricordo tutta questa ondata di bello, buono ... Mi ha fatto venire voglia di gentilezza.

Sono dipendente ...

con gelato

Ho le mie migliori idee ...

in scambi di idee gruppo o quando sono nutrito da altri.

La persona che mi tocca di più al mondo

Figlia mia, Rosalie. L'ho vista prendere forma, svanire, ricominciare ... conosco la sua intera carriera, intimamente. [Nota dell'editore: anche sua figlia, la ventiduenne Rosalie Bonenfant, ha una carriera nei media.]

L'artista che mi commuove di più

Cuore pirata, per il suo modo di trasporre ciò che realmente è in qualcosa che può piacere a tutti. Mi piace, perché è quello che ho sempre desiderato: rimanere me stesso, spirituale e intellettuale, ma senza diventare elitario, per rimanere in contatto con le persone.

Un capo che mi fa sentire bella

tutto tute. Questa è la tuta della mia infanzia combinata con il pigiama, il mio capo preferito!

Non me ne andrei mai senza ...

o meglio, me ne andrei senza ... tutto. Non sono attaccato a nulla

Odiavo ...

la mia infanzia, da 0 a 12 anni. Non ero supportato abbastanza. E prendi il suo posto, essendo l'ottavo della famiglia ... Lo era ruvida.

Per gestire il mio stress ...

Rifiuto lo stress della mia vita. Se qualcosa mi infastidisce, non lo faccio.

Vorrei che la gente mi ricordasse come una persona ...

chi non ha mai fatto finta (tranne che con pochi amanti!). [Ride]

In amicizia e in amore, io sono ...

difficile, perché ho bisogno di essere nutrito. La persona deve insegnarmi qualcosa.

Ho paura…

morire dentro

Vedi anche: Sophie Cadieux, l'attrice indiscutibile e regista teatrale

Загрузка...