Arte di vivere

Decorazione: la felicità è al cottage

Questo cottage di famiglia è stato acquistato dal padre dell'attuale proprietario negli anni '50, quindi era più una cabina rudimentale.

Nel corso degli anni, lo spazio è stato ampliato, rasato e ricostruito. Ha aggiunto acqua corrente, elettricità e connessione WiFi. Ma l'interno mancava di fascino e comfort.

È qui che entra in scena la designer Emily Griffin. Inizia coprendo le pareti delle stanze principali con pannelli. Quindi, attacca il dipinto. La tavolozza dei colori scelta evidenzia i toni del blu e del bianco che sono spesso associati al mare. "Ho scelto il blues con una sottile sfumatura di grigio", dice. altre tonalità di blu, crea un'atmosfera calda. "

Per rendere il camino il punto focale del soggiorno, è stato aggiunto un muro di pezzi di granito. Per una versione economica, scegliamo pietre e mattoni finti, che ora sono più reali della vita. Foto: Sian Richards

Dal vestibolo, scopriamo un affascinante arredamento rustico impreziosito da una vecchia panchina, una collezione di cappelli di paglia e uno specchio vintage. La cucina e la sala da pranzo sono state combinate per creare un'area open space in cui il centro è occupato da un lungo e invitante tavolo. Una cassettiera e mensole in legno recuperato localmente sono utilizzate per decorare le stoviglie colorate, in un piacevole cenno alle cucine del passato.

Accanto, il soggiorno e la veranda sono arredati in modo più minimalista, per lasciare i riflettori alla natura ambientale. Si concentra su materiali lavabili e legno robusto, che è anche il caso nelle camere da letto e nel bagno al piano superiore. "Lo chalet non deve assomigliare troppo alla città", afferma il designer, "niente di prezioso, solo materiali robusti, un luogo dedicato al relax e al piacere!"

Vedi anche: Chalets to dream!

La veranda è la stanza in cui tutti amano incontrarsi! Per un'atmosfera amichevole, mettiamo su mobili invitanti e moltiplichiamo cuscini e plaid. Un tavolino può servire come un parco giochi per bambini. Foto: Sian Richards

Il consiglio di Maude Coudé, designer di Renard Flare, di dare un tocco caldo allo chalet.

  1. Declutter. Ci liberiamo di cose inutili o non molto belle che non volevamo a casa e accumuliamo al cottage. Un arredamento arioso e pulito predispone al relax.
  2. Harmony. Il terreno danneggiato è camuffato da un tappeto di iuta o sisal, ei divani sono sbiancati con coperte di lino o cotone. I mobili disparati sono dipinti in colori tenui e piacevoli. Suggerimento: la vernice "cottage paint", un prodotto verde con finitura gessosa che aderisce a tutte le superfici senza richiedere stripping.
  3. Comfort. Divano e sedie accoglienti sono essenziali per il relax e il benessere.
  4. Reperti. Le vendite di garage e i mercatini delle pulci sono alla ricerca di decrepiti stoviglie retrò e mobili di carattere.
  5. Timbro. L'effetto eccessivamente moderno delle pareti nude viene rotto coprendole con pannelli, dipinte nei toni del bianco sporco, grigio o verde menta. L'ispirazione? Le bellissime ville di Cape Cod!
  6. Materiali naturali Vimini, terracotta, cedro, porcellana smaltata e latta contribuiranno a rendere lo spazio accogliente, proprio come il legno, che rimane il re del cottage.
  7. Cucina. I mobili sono ridipinti e hanno graziose maniglie in metallo. Oppure rimuoviamo alcuni pensili per alleggerire la scena. E perché non migliorare il backsplash con un accento di colore - carta da parati, ceramica o vernice?
  8. Luce. Le riproduzioni di lampade industriali in metallo aggiungeranno un tocco rustico.

1 su 10

precedenteAvanti Facebook Twitter

Nicholas Aluminium Hook, Zone, $ 16

precedente
  • 1.

  • 2.

  • 3.

  • 4.

  • 5.

  • 6.

  • 7.

  • 8.

  • 9.

  • 10.

Successivo Guarda l'intera galleria

Vedi anche: Shopping: gli accessori più belli per il cantiere