Cronache

La mia scoperta di CHSLD

"Finalmente, va tutto bene dappertutto!" Questo commento ironico, ho letto su Twitter in risposta a visite a sorpresa che moltiplica Marguerite Blais, ministro responsabile per gli anziani e i caregiver, dal momento che è stata in carica.

Sul posto, di fronte al ministro, si strappa molto meno la maglia che nelle relazioni e nei commenti sui social network. Ma come giustamente ha sottolineato il figlio di un residente di una struttura visitata, le persone con malattia di Alzheimer o anche leggermente confuse non sono sempre le migliori guide per valutare lo stato delle cose.

È vero Ma oggi mi rendo conto che la vera tragedia è la lotteria del sistema: troveremo il numero giusto?

Nella mia famiglia, eravamo solo paure e sospetti quando abbiamo appreso lo scorso autunno che la salute di nostra madre, ricoverata per settimane, si era deteriorata così tanto che non poteva tornare a casa. Non importa quanto sia rimasta con mia sorella, che era diventata una badante stagionata, le cure necessarie ora rendevano impensabile.

La destinazione era chiara: il CHSLD, con passaggio in "risorsa intermedia" fino alla pubblicazione di un luogo. E se avessimo avuto la scelta dell'istituzione finale, non avevamo voce in capitolo sul "RI", questo passaggio "nel frattempo" in cui nostra madre sarebbe passata da poche ore. Benvenuti in un universo parallelo di cui non sapevamo tutto!

Così ho scoperto un nuovo interesse per le persone intorno a me che avevano, o avevano avuto, un membro della famiglia messo in IR o CHSLD. E questo non mi ha rassicurato!

Per molti, la transizione verso una risorsa intermedia era stata particolarmente stressante: due stanze troppo piccole, una cura minima, nessuna ricreazione o supporto, tutte in luoghi all'altro capo della città! Solo per sentirlo, stavo già prendendo d'assalto.

Dovremmo credere nei miracoli? Terminata la degenza in ospedale, mia madre fu indirizzata a una risorsa intermedia situata in un angolo del CHSLD che scelse e non lontano da quella che era stata, per decenni, la sua "casa". Sollievo, è rimasta nel suo quartiere!

Leggi anche: Caregiver: madri intervallate tra i loro figli da crescere e i loro genitori che invecchiano

Questa IR si trova anche in un'ala di un piccolo ospedale, dove è stata allestita un'unità di alloggio - all'incirca l'equivalente di un CHLSD - che ospita sia residenti temporanei che permanenti.

Cosa abbiamo trovato? Ampi corridoi decorati felicemente, finestre che lasciano entrare luce, ampie stanze anche se sono condivise e, soprattutto, il mondo! Personale attento, anche se occupato, volontari e manager di varie attività. In breve, tutto ciò fa sorridere un ministro!

Da allora, abbiamo un solo desiderio: quella mamma rimane lì per sempre! Nessuna risposta ancora (la burocrazia è una delle piaghe del sistema sanitario), ma almeno apprezziamo ogni giorno i servizi che riceve.

In effetti, do un'altra occhiata all'esistenza stessa dei CHSLD. Non riesco a mordere il cliché del luogo che gruppi di anziani abbandonati da famiglie senza cuore, nelle mani di uno staff disinteressato.

Piuttosto, vedo per lo più persone molto molto anziane (anche se scivolano nel sacco di individui più giovani) e che sono in grande perdita di autonomia. A meno che l'ospedale non sia installato a casa, anche la famiglia più dedita fallirebbe. L'estrema dipendenza è la controparte - che ci rifiutiamo di vedere - la nostra crescente aspettativa di vita. È uno shock per l'anziano e per coloro che lo circondano improvvisamente confrontarsi con questo tabù.

Vedo anche che, dove è mia madre, il nucleo della squadra è molto stabile, anche se ci sono anche agenti delle agenzie. E questo è rilassante dopo due mesi di ospedale in cui abbiamo avuto diritto alla rotazione costante delle squadre di medici e infermieri - con i quali era necessario, inoltre, ogni volta riprendere tutto dall'inizio, perché queste persone erano sopraffatte Non ho avuto il tempo di aprire il dossier medico di nostra madre. (Più li vedo, più a lungo cresce la mia lista di rimostranze contro gli ospedali!)

Da leggere anche: Deve essere ricco per andare all'ospedale!

Ma qui, Chantal, Julie, Talia, Mohamed ..., tanti punti di riferimento per mia madre e per noi. La cura è data, i collegamenti sono creati. Ho in mente i due assistenti cross-beneficiari la scorsa settimana, mentre stavo lasciando il capezzale della madre. Stavano per vederla, canzoni di Edith Piaf in tasca, perché a mia madre piace cantare. Eravamo lontani dall'orrore ...

E poi, ho nuovi eroi: il bingo "insensibile", la signora con i cani, il delicato parrucchiere, i cantanti, i musicisti - tutti quelli, tutti, che vengono ad ammorbidire i giorni dei residenti che si muovono con dolore , non parlo molto, non "toutte lì".

Prima, lo ammetto, avrei trovato i loro pietosi sforzi per cambiare le idee di un pubblico che presta poca attenzione. Avrei riso dolcemente cantante di CHSLD. Non più ora

Preferirei invitare coloro che si stanno chiedendo a cosa servono gli artisti. Quando la vita si allunga o procede lentamente, un pianista, un cantante è più importante di tutti gli ingegneri, gli avvocati, i medici e il resto insieme. Il sorriso che abbozza, la piccola scintilla che improvvisamente attraversa uno sguardo perso ..., naturalmente, l'arte è il fondamento della vita!

E mi dico che la possibilità di mia madre di essere in un posto del genere dovrebbe essere garantita a tutti, piuttosto che consegnata in modo casuale. I centri per la prima infanzia di qualità possono essere contati in tutto il Quebec; l'equivalente deve ora essere fornito a tutti coloro che, per età, malattia o disabilità, devono vivere in un CHSLD o equivalenti. Tanto meglio se Marguerite Blais lo vede personalmente.

Da leggere anche: Mangiamo cosa vivere 100 anni?

***

Giornalista da più di 30 anni, Josée Boileau ha lavorato nei più importanti media del Quebec, anche quotidianamente Il dovere dove era editorialista e redattore capo. Oggi, fa cronache, commenti, anima e firma libri.

Загрузка...

Video: La Mia Matrigna mi Odiava e Sono Dovuta Andare via di Casa (Settembre 2019).