Cronache

Sessismo: ah, la felicità di essere un uomo!

 

Per prima cosa, devo tornare alle recenti e discutibili dichiarazioni dell'autore francese Yann Moixchi dice di non essere capace di amare una donna di 50 anni quando, ironia della sorte, ha 50 anni?

Poi, ancora in Francia, che dire delle dimissioni di Chantal Jouanno, responsabile dell'organizzazione del grande dibattito nazionale per sciogliere la crisi dei giubbotti gialli? Ha dovuto ritirarsi quando il suo stipendio annuale di alto funzionario (175 000 euro) è stato rivelato ed è stato controverso, considerando che le discussioni, in questo dibattito, hanno dovuto ruotare attorno alla difficoltà dei francesi di sbarcare il lunario ...

Passiamo al dettaglio pecuniario del caso e all'indecenza - o meno - che un funzionario faccia tanti soldi. La domanda che mi interessa qui è piuttosto: saranno nominati anche alti funzionari di sesso maschile che guadagnano lo stesso stipendio della sig.ra Jouanno e dovranno anche ritirarsi dai loro mandati? O è solo un bene per la signora Jouanno?

Vedi anche: Una soglia minima di decenza

A proposito di salari femminili, un collega mi ha mandato questo telegramma dalla Canadian Press, che ci dice che le donne affrontano un "soffitto di vetro a doppio strato" in cima alla gerarchia aziendale del paese. In primo luogo, devono riuscire a ottenere l'accesso alle posizioni dirigenziali e, una volta che lo fanno, devono ancora affrontare la discriminazione salariale rispetto alle loro controparti maschili. Degli oltre 1.200 dirigenti nominati in 249 società quotate in borsa in Canada, le donne guadagnano circa $ 0,68 per ogni dollaro guadagnato dai loro colleghi maschi. Extra!

Dal lato imprenditoriale, il "business" Caroline Néronfatto un tuffo all'inizio di gennaio. Non contare su di me per prendere il lato o al contrario per toccare la donna d'affari, non è il mio raggio. Ma posso solo osservare il fenomeno secondo il quale alcuni sembrano gioire nel vedere una donna d'affari, una donna molto bella, oltre a piantare solido. Sembra che quando un imprenditore va in bancarotta, siamo molto veloci a dargli l'assoluzione evocando la fragilità del mercato e dell'economia. Nel caso di una donna, le sue decisioni saranno messe in discussione nel modo più paternalistico possibile. Inoltre, è sicuramente una coincidenza, ma quando l'imprenditore Alexandre Champagne ha rovesciato il suo coraggio su Caroline Néron su Facebook, il suo stato - che ha da allora cancellato - è stato condiviso nella mia rete solo da contatti maschili.

Eppure, potrebbe essere che le compagnie gestite come chnoutte, piova? Gli imprenditori stellari che falliscono due volte anziché uno (il cuculo Alexandre Taillefer), li perdoniamo. e Martin-Luc Archambaultun altro drago, che è stato arricchito con un software di pubblicità inopportuna che è entrato nel computer di milioni di utenti di Internet sotto false premesse, non abbiamo quasi avuto il tempo di dirlo. La sua azienda ha immagazzinato i dati grezzi di questi milioni di utenti non consenzienti in un gigantesco database di Montreal ... Immagina se una donna avesse osato fare come lui!

Da leggere anche: perché ci manca così tanto?

Dal punto di vista politico? Non importa gioire lì all'inizio di quest'anno ... Se tutti scrivevano sulle cosce facendo giochi di parole discutibili su "MarieChantal Chassé cacciato dal suo ministero", voglio ricordarvi che David HeurtelTrascorsi 43 mesi facendo il pazzo di sé all'Ambiente, senza che il primo ministro pensasse di rimuoverlo dall'incarico. No, è stato appena "rielaborato" per l'immigrazione.

Oh, ma ora, François Legault ha osato ammettere di aver inavvertitamente nominato un "incompetente" nel nome di parità (sospira) e lo congedo. E questo è tutto ciò che il Quebec ha da offrireeditorialisti e commentatori esclamò in coro: "Che politico coraggioso! Osa ammettere il suo errore e ritirati ... Wow, è inaudito!"

Bip bip. Ma cosa sento? Ah, ma è il famoso rumore del camion che risale. Quello che era allegato all'inizio del mandato a tutte le decisioni e gli interventi del premier Marois sullo spettacolo mattutino di Paul Arcand. Sì, un primo ministro che ascolta il suo entourage, ammette i suoi errori e osa tornare indietro, una vera banderuola quella! Ah donne, non sanno cosa vogliono o cosa fanno ...

Due pesi

Due misure.

Sii senza paura, l'abitudine ben radicata - e talvolta molto inconscia - di trattare donne e uomini in modo diverso è molto buona grazie. Buona fortuna, signore e, soprattutto, non lasciarti andare!

Vedi anche: Donne in politica: chi ha paura delle brutte quote?

***

Marilyse Hamelin è una giornalista indipendente, editorialista, relatrice e moderatrice. Lei guida la rivista culturale Siamo la città in onda su MAtv. Lavora anche per la Federazione dei giornalisti professionisti del Quebec (FPJQ) ed è autrice del saggioMaternità, la faccia nascosta del sessismo (Leméac editore), la cui versione inglese - MOTHERHOOD, La madre di tutti i sessi (Baraka Books) - è stata appena pubblicata.

Le opinioni espresse in questo articolo sono di esclusiva responsabilità dell'autore e non riflettono necessariamente quelle dell'autore.Chatelaine.

Загрузка...